Siam fatti anche noi della sostanza di cui sono fatti i sogni e nello spazio di un sonno è racchiusa la nostra breve vita.(Shakespeare/Bacone)

E' l'ambiente in cui veniamo cresciuti a determinare le nostre inclinazioni e le nostre aspirazioni.

5 dicembre 2009

amici con comune nemico da combattere?

...ma è proprio vero, che due persone possono essere, veramente, amiche solo quando hanno un comune nemico da combattere?...

4 commenti:

  1. Assolutamente no, che brutta idea... se così fosse, la vera amicizia non esisterebbe ma, per fortuna, non è così!

    RispondiElimina
  2. in queste parole c'è una confusione di significati.
    essere amici è indipendente dal fatto di avere qualcuno da combattere; non è un nemico che permette l'esistenza di un amico.non si tratta di un volere sempre le stesse cose, di riuscire nella distruzione di qualcun altro,nel vincere su qualcosa; ma è un sentimento slegato da obiettivi precisi, da percepire piuttosto che da definire.

    certo non potrò io definirla in queste poche righe,molto riduttive, ma di certo posso affermare che non è assimilabile all'oggetto del post.

    visione troppo cinica.

    RispondiElimina
  3. ciao shara. amicizia ed amore sono due delle più alte percezioni che l'uomo possa percepire ed apprezzare. sono...emozioni eccezionali. il nostro animo,spesso, ci porta ad ... assimilare altre percezioni ad esse. forse è questo il motivo per cui l'uomo, in genere, è un animale con pochi amici.io, purtroppo, forse per colpa mia, non ho molti amici (quelli veri). questo non toglie che non desideri, ardentemente, averne tanti altri. è pur vero che la mia provocazione insita nel punto di domanda, del post, voglia, semplicemente, non trinciare delle teorie pessimistiche (infatti, nonostante tutto, mi considero ottimista, un vero e proprio "candido"), ma porre (in primis a me stesso) delle riflessioni sul fatto che un comune nemico implica la nascita di un legame fra sodali. altra storia e poi quella della definizione del suddetto legame (amicizia?) che, in genere, ma non è certezza, al cessare della condizione cessa di esistere. ma non sempre è così. ed allora...? si, quel punto di domanda continua ad inseguirmi... nuvola rosa ti invito a vangare nel tuo vissuto. se trovi qualcosa di pertinente dimmelo.se non trovi nulla allora ti faccio i miei complimenti per la fortissima capacità di elidere le circostanze che non ci fanno piacere. un forte soffio di vento ti porterà un mio abbraccio. ciao

    RispondiElimina
  4. ciao ste. ti confesso la presenza di una certa emozione nel rispondere al tuo commento. entrambi sappiamo cosa vuol dire amicizia (quella vera, quella senza interessi, senza un comune nemico). amicizia significa capirsi e comprendersi a vicenda. significa capirsi al volo, significa stimarsi, volersi bene. reciprocamennte, però. il post non esclude, categoricamente, l'esistenza di tale sentimento. anzi, lo esalta (o voleva esaltarlo). quante persone che nel passato consideravamo amiche si sono... volatilizzate al cessare del...collante.proprio per questo quando troviamo un amico è come se avessimo trovato un ...tesoro. ciao. sei molto in gamba.

    RispondiElimina